La domanda sorge spontanea in un mercato sempre che sempre più attento e dipendente dalle nuove tecnologie. Dunque nel mondo dei social network, delle app e dei grandi circuiti delle multinazionali dell’informazione è ancora necessario avere un sito web aziendale? e perché?

Perché è necessario avere un Sito Web aziendale?

 

La risposta non è così scontata come sembra. Naturalmente, se io vi dicessi perché è ancora necessario per un azienda avere un sito internet potreste pensare che vi sia un mio interesse nel sostenere questa tesi e per questo motivo preferisco spostare il focus su un’altra questione. In un mercato sempre più digitale, dove le riunioni si possono fare via Skype, i dati si scambiano su Cloud e si può benissimo lavorare con un portatile in un qualsiasi posto al mondo, ha ancora senso per un azienda avere una sede?

Sono sicuro che tutti o comunque la maggior parte degli imprenditori (compresi quelli digitali) saranno d’accordo sul fatto che una sede aziendale è assolutamente necessaria, non tanto per l’esigenza di avere un luogo fisico con una scrivania e una presa di corrente per il portatile, ma quanto per l’esigenza di trasmettere ai propri clienti l’immagine di un azienda solida, affidabile e strutturata. Provate a immaginare di dover dire ai vostri clienti che fisserete un incontro in un bar.. Sicuramente si chiederanno come mai voi non abbiate un ufficio e dubiteranno della vostra professionalità, a prescindere dal fatto che voi siate o meno dei professionisti esperti e affidabili.
La stessa cosa vale per un sito internet.

Quando un vostro cliente esce dal vostro ufficio, o sente il vostro nome da un suo contatto, la prima cosa che fa è scrivere su google il nome della vostra azienda.
Avete circa 10/15 secondi per fare buona impressione. Sia che siete stati raccomandati da un suo contatto, sia che l’abbiate incontrato di persona, il vostro cliente si troverà prima o poi ad avere bisogno di essere rassicurato in merito alla vostra affidabilità come azienda (magari dopo aver ricevuto un vostro preventivo). Ed è lì che ha senso avere un sito internet aziendale.
Dire ad un proprio potenziale cliente “Non ho un sito ma cercami su facebook” equivale a dire “Non ho un ufficio ma possiamo fare riunione al Bar da Mario.”

Ma attenzione! Non basta solo avere un sito internet!

 

Non avere un sito è sicuramente un danno di immagine per un’azienda, ma c’è qualcosa di peggiore! Avere un sito vecchio, non aggiornato e obsoleto.
Per le stesse ragioni per cui è importante avere un sito internet è altrettanto importante averlo aggiornato e in linea con gli attuali standard web.

Avere un sito vecchio è peggio ancora di non averlo affatto, e non solo perché ovviamente questo danneggia l’immagine aziendale, ma anche perché se il nostro sito è obsoleto e non aggiornato tenderà ad allontanarsi dalle prime posizioni nei risultati di ricerca google e questo equivale, sempre per utilizzare la metafora della sede, a trasferire la propria azienda in un bosco a 2000 metri su una montagna ed essere quindi introvabili.

Se non fosse bastata questa introduzione a spiegare i motivi per cui è sconveniente non avere un sito internet ecco qualche altro buon motivo.

Ecco 5 buone ragioni per avere un sito internet oggi!

 

1. IL SITO E’ PROPRIETARIO

Molte aziende affidano la loro immagine ad una pagina Facebook. Questa strategia è sicuramente efficace e permette di mantenere un’interazione con i clienti e avere un canale di comunicazione immediato, ma presenta almeno due problemi:

  • Tutti i contenuti pubblicati su una pagina Facebook rimangono di tua proprietà, ma il social network ha la facoltà di riutilizzarli. Quando non si è proprietari del mezzo di comunicazione (come nel caso di facebook) non se ne può avere il diretto controllo.
  • Facebook, come gli altri social network mettono a disposizione un’interfaccia statica per le attività. La conseguenza è che avrete la possibilità di presentare il vostro prodotto o i vostri servizi esattamente con la stessa comunicazione dei vostri concorrenti (che magari hanno anche il sito internet, o dei prezzi inferiori perché hanno un prodotto qualitativamente inferiore). Il risultato sarà che i vostri potenziali clienti non potranno gli strumenti per differenziarvi dai vostri concorrenti. Per definizione le piattaforme multiutente (come lo sono tutti i social) tendono a creare una omologazione dei contenuti.

Con un sito web aziendale si possono superare queste limitazioni. Si ha il completo controllo su ciò che si pubblica, su come lo si pubblica e sull’immagine aziendale.

2. L’UTILIZZO DI INTERNET E’ IN CONTINUA E COSTANTE ESPANSIONE

I numeri di internet sono impressionanti. Senza andare a scomodare i numeri internazionali possiamo guardare i dati relativi all’utilizzo della rete in italia.

Dati internet Italia

Sono quasi 55 milioni gli italiani ad accedere ad internet, vale a dire oltre 9 su 10, in forte incremento. Si è inoltre registrata un’ulteriore crescita di utenti di piattaforme social, ora 35 milioni, +2,9% rispetto all’anno precedente, con ben 31 milioni di persone attive su queste piattaforme da dispositivi mobili, un incremento del 3,3%.

Dal punto di vista della fruizione, rimangono veri diversi dei risultati già registrati nel 2018: passiamo oltre 6 ore al giorno connessi (di cui circa un terzo sui social) contro le meno di 3 in cui guardiamo la tv (lineare e non). Quasi 9 persone su 10 (l’88%) accedono ad internet almeno una volta al giorno: in breve, 6 ore al giorno, tutti i giorni, quasi tutti.

fonte: wearesocial

3. COSTA POCO

Lo strumento pubblicitario più utilizzato dalle piccole e medie imprese è la carta stampata, spesso con costi sproporzionati. Ogni volta che cambia un prodotto, un servizio, un’informazione che potrebbe semplicemente essere un numero di telefono o una mail si devono ristampare: bigliettini da visita, pieghevoli, brochure, volantini, cartelline portadocumenti, ecc.
Un sito internet può essere aggiornato in pochi secondi e soprattutto è gratis! Se un sito internet è aggiornabile direttamente in azienda (come per esempio un sito con cms WordPress) non è necessario l’intervento di un professionista sviluppatore web ma è possibile aggiornare i prodotti, i servizi e tutti i testi e le immagini del sito in maniera autonoma, ovviamente a costo zero.

Un sito web professionale quindi costa decisamente di meno nel complesso e sicuramente ha una vita media maggiore rispetto alla carta stampata. Non c’è un dato che stabilisca quanto può durare in media un sito internet o che ci dica ogni quanto dover rifare il sito, ma quello che possiamo dire con certezza è che il sito deve cambiare insieme all’azienda. Se l’azienda cresce del doppio nell’arco di 5 anni, allora forse dopo questo lasso di tempo e necessario rimettere mano al sito web.

4. E’ UNO STRUMENTO DI ANALISI

Un sito internet professionale ci da la possibilità di accedere ad un’enorme quantità di dati e di statistiche in merito ai nostri potenziali clienti. Per esempio, collegando il sito web a google analytics possiamo sapere a quale fascia di età appartengono i nostri clienti, quali pagine e quali prodotti preferiscono, quali sono i servizi più interessanti per loro, a che ora visitano il nostro sito e in quale periodo dell’anno o della settimana, e cosi via.

Conoscere bene i propri potenziali clienti vuol dire conoscere la domanda del mercato e ci permette di saper modellare un’offerta in modo da renderla perfetta e competitiva.

5. I TUOI CONCORRENTI HANNO UN SITO WEB!

Ultima, ma non ultima considerazione. Se i tuoi concorrenti hanno un sito e tu non ce l’hai ancora allora hanno almeno una possibilità in più di te di essere trovati.
Considerato il costo di un sito internet, forse non vale la pena di rischiare!

 

Richiedi un preventivo gratuito




Enrico Rivara

Author Enrico Rivara

More posts by Enrico Rivara

Leave a Reply